Cura iperidrosi Napoli | Dott. Andrea Salerno | Centro Morra

Cura iperidrosi Napoli | Dott. Andrea Salerno | Centro Morra

La sudorazione è necessaria alla regolazione della temperatura corporea ed è regolata dal sistema nervoso simpatico. Quando la sua produzione diventa eccessiva, prende il nome di iperidrosi.

L’iperidrosi è dunque un fenomeno patologico, e può essere secondaria, cioè dovuta a malattie sottostanti (obesità, menopausa, neoplasie, diabete, ipertiroidismo) oppure primaria (detta anche essenziale), cioè senza una causa evidente.

L’iperidrosi essenziale, senza cause specifiche, inizia in età giovanile e si manifesta più frequentemente nella zona palmare e in quella ascellare. Questo tipo di disturbo spesso presenta caratteristiche di familiarità e può essere di grado così importante e severo da risultare talora invalidante, determinando difficoltà e disagio nei rapporti interpersonali.

 

 

Dott. Andrea Salerno, specialista in medicina estetica

Prenota la tua consulenza con il Dott. Andrea Salerno, specialista del Centro Morra, chiamando il numero verde 800.00.20.80

 

 


Terapia con tossina botulinica

E’possibile trattare l’iperidrosi con la tossina botulinica.

Il trattamento è piuttosto semplice e prevede l’iniezione della tossina botulinica direttamente nella zona da trattare, effettuando 10-15 piccole punture distribuite omogeneamente, in modo da bloccare le terminazioni nervose che attivano le ghiandole sudoripare.

Gli aghi usati sono molto sottili e il dolore durante il trattamento è modesto.

I risultati del trattamento sono visibili entro 7-10 giorni e la sua durata è di circa 4-6 mesi. Per ottenere una riduzione stabile della sudorazione il trattamento va ripetuto due o tre volte all’anno, in base alle necessità del paziente.

E’un trattamento iniettivo che dura circa un oretta e costa circa 500€.


Quali sono le controindicazioni?

Iperidrosi ascellare | Centro Morra | Pomigliano

Il trattamento dell’iperidrosi con tossina botulinica è controindicato nei seguenti casi:

  • allergia alla tossina o ai componenti della preparazione,
  • in gravidanza o allattamento,
  • in pazienti con malattie dei muscoli e in terapia con farmaci miorilassanti
  • precedenti interventi chirurgici al cavo ascellare.

In rari casi il trattamento con tossina botulinica può dare sintomi simili a quelli dell’influenza (stanchezza, febbre e dolore muscolare), che normalmente scompaiono in pochi giorni.

 

Come raggiungerci?

Indicazioni da Napoli:

Parcheggio:

A pochi passi dalla struttura, di fronte alla Caffetteria Leopardi, c’è un grande parcheggio pubblico ed ombreggiato.