Papilloma virus e HPV test | Dott. Antonio Maglione | Centro Morra

Papilloma virus e HPV test | Dott. Antonio Maglione | Centro Morra

L’infezione genitale da Papilloma virus umano (detto anche HPV) è essenzialmente una delle più frequenti malattie sessualmente trasmissibili. Si stima che l’80% delle donne ne viene a contatto nella vita, ma nella maggior parte dei casi l’infezione causa lesioni o altre manifestazioni non visibili e passeggere, che poi si risolvono spontaneamente senza creare problemi.

Non ci sono ancora terapie per curare questo tipo di infezione. Per questo è molto importante identificare precocemente le alterazioni provocate dal virus attraverso l’esecuzione regolare del pap test.

Salvo indicazioni diverse,  bisognerebbe eseguire il pap test ogni 2/3 anni dai 25 anni in su.

 

 

Visita reumatologica Napoli | Dott. Domenico Capocotta | Centro Morra

Prenota il tuo Pap-test o HPV-test con il Dott. Antonio Maglione al numero verde 800.00.20.80

 

 


Quali sono i sintomi dell’infezione da HPV (Papilloma virus)?

I sintomi del Papilloma virus variano in base al tipo di infezione, ma generalmente, i segni più comuni sono le verruche.
Quelle genitali, in particolare, sono definite condilomi, possono essere localizzate sui genitali esterni, all’interno della vagina, intorno o dentro l’ano.

Queste lesioni si manifestano generalmente, come piccole escrescenze disposte a grappolo. In altri casi, invece, le sono piatte e tendono a sovrapporsi. La maggior parte di questeV sono asintomatiche, ma in alcuni casi, le verruche possono provocare fastidio, prurito o disagio.

I ceppi di HPV che provocano il cancro nelle zone genitali, non si manifestano invece attraverso i condilomi, ma con modificazioni asintomatiche a carico delle mucose genitali (tipicamente del collo uterino).

Come prevenire l’infezione da HPV?

Per il trattamento dell’HPV non esistono ancora medicinali, ma si può ridurre il richio di infezione, diminuendo o evitando i rapporti a rischio e occasionali, ed utilizzando sempre il preservativo, che aiuta a neutralizzare, se non tutte, le più frequenti modalità di contagio.
Le donne sessualmente attive, devono sottoporsi periodicamente alla visita ginecologica e al Pap Test.

Alcuni ceppi dell’HPV però, sono potenzialmente oncogeni, quindi oltre al pap-test è meglio abbinare la ricerca del DNA virale, effettuando, se necessario, biopsie mirate a carico delle mucose genitali, sotto il controllo di un particolare strumento (il colposcopio) che permette la visualizzazione ingrandita dei tessuti esaminati.

 

Pap-test e Hpv-test

Papilloma virus e HPV test | Dott. Antonio Maglione | Centro Morra

Il più utilizzato è il Pap-test.

Si tratta di un esame semplice che consiste nel prelevare tramite uno scovolino, alcune cellule della cervice uterina, dopo divaricamento del canale vaginale con uno speculum

Stesso procedimento è previsto per l’Hpv-test, il cui obiettivo è però la ricerca del Dna del Papillomavirus umano.

Questo esame permette di riscontrare la presenza di Dna di virus oncogeno (ovvero responsabile dell’insorgenza del tumore) nei tessuti della cervice uterina e quindi di individuare le donne maggiormente a rischio.

Se negativo, il test va ripetuto a distanza di qualche anno (questo vale sia per il Pap-test che per l’Hpv- test). La positività invece non deve essere necessariamente associata ad una forma tumorale.

 

Come raggiungerci?

A pochi passi dalla struttura (4 minuti a piedi), di fronte alla Caffetteria  Leopardi,  c’è un grande parcheggio pubblico ed ombreggiato.