Nutrizionista Pediatrica Napoli | Dott.ssa Petrelli Sarah | Centro Morra

Nutrizione Pediatrica Napoli

Una buona alimentazione del bambino rappresenta la migliore prevenzione contro molte malattie dell’infanzia ed è utile per prevenirne altre in età più grande e nell’adulto.

La percentuale di bambini in sovrappeso/obesi è molto aumentata negli ultimi anni ed ha raggiunto, in alcune zone del nostro paese, circa il 40%. Molto è dovuto alla sedentarietà, ore passate davanti alla televisione e ai videogiochi, che sottraggono tempo al movimento.

Le corrette abitudini alimentari si apprendono pertanto, già dall’infanzia e quindi è molto importante incoraggiare i bambini a seguire una dieta bilanciata fin dalla più tenera età.

 

Prenota la tua visita con la Dott.ssa Petrelli Sarah

Dott.ssa Sarah Petrelli

 

Specialista in nutrizione pediatrica, effettua studio privato presso il Centro Morra di Pomigliano d’Arco (Napoli)

 

Prenota la tua visita al numero verde 800.00.20.80

 


Cosa avviene durante la visita?

Durante la visita nutrizionale, la dott.ssa Petrelli accoglie il piccolo paziente accompagnato dal genitore e inizia la chiaccherata per avere più informazioni possibili sul bambino e sul suo stile di vita.

 

La visita prevede diversi passaggi:

  1. la raccolta delle abitudini alimentari del bambino e la sua anamnesi : la dott.ssa chiede al genitore o al bambino, se non troppo piccolo, cosa mangia di solito, quali sono i cibi che preferisce e quelli meno amati.
  2. la valutazione antropometrica: prende peso ed altezza del bambino, poi la circonferenza della vita e dei fianchi.
  3. la BIA o bioimpedenziometria, effettua questo esame per valutare lo stato di idratazione del bambino, la sua composizione corporea e la distribuzione di massa grassa e massa magra. Questi dati sono essenziali per la valutazione del peso ideale e per la formulazione della dieta giusta.
  4. Il piano alimentare sarà consegnato dopo pochi giorni, durante un secondo colloquio con la Dott.ssa Petrelli che spiegherà l’impostazione della dieta e chiarirà eventuali dubbi.

Seguiranno poi, dei controlli cadenzati ogni 2 settimane circa.

Dopo 15 giorni dall’inizio della dieta, ci sarà un primo incontro solo per prendere il peso e vedere se sti sta andando nella giusta direzione. Dopo altri 15 giorni, si ripeterà il controllo vero e proprio con il peso, la BIA e se necessario, la modifica della dieta. E così via ogni 15 giorni. E’ chiaro che, a seconda delle esigenze, i tempi tra la pesata e/o il controllo possano essere diversi.

 

Quanto costa la visita? E come venire preparati?

La visita dura circa 30 minuti e costa 70€ , con incluso il piano alimentare.

Non serve una preparazione particolare, ma è preferibile che il bambino venga a stomaco leggero e senza aver effettuato prima attività fisica, perchè questo potrebbe falsare il risultato della bioimpedenziometria.

 

Le buone abitudini a tavola

Nei primi 4 anni di vita il bambino inizia a sviluppare i propri gusti e col tempo li affina, ed è dunque importante fare in modo che  si abitui a mangiare di tutto, soprattutto frutta e verdura, senza dipendere soltanto da cibi ipercalorici.

E’ importante distribuire l’assunzione dei pasti in 5 momenti della giornata:

nutrizionista pediatrica - piramide alimentare

  • colazione – è il primo pasto della giornata, momento importante da non trascurare perchè serve a fare il primo carico di energie per affrontare la mattinata;
  • spuntino di metà mattina – è il momento migliore per consumare frutta fresca evitando invece, panini e insaccati;
  • pranzo – è importante alternare piatti asciutti con piatti in brodo;
  • merenda – si può variare scegliendo frutta fresca o frullati, yogurt con frutta fresca e gelati alla frutta.
  • cena – è bene alternare nella giusta quantità carni bianche, pesce, uova, formaggi.

 

I consigli dello specialista

– Evitare l’eccessiva introduzione di calorie;
– Dare una giusta ripartizione di nutrienti nella giornata, assicurando la presenza di un giusto equilibrio tra apporto di proteine animali e vegetali (più legumi e pesce), di zuccheri semplici e complessi (meno dolci, più pane, patate, pasta o riso), di grassi animali e vegetali (meno strutto e burro, più olio di oliva);
– Fornire un giusto apporto di vitamine, minerali ed alimenti integrali per il loro contenuto di fibre;
– Evitare cibi fuori pasto (troppi spuntini, troppi dolciumi, troppi fast-food)

 

Come raggiungerci?

Indicazioni da Napoli:

Parcheggio:

A pochi passi dalla struttura, di fronte alla Caffetteria  Leopardi,  c’è un grande parcheggio pubblico ed ombreggiato.