Visita Senologica a Napoli – Centro Morra

visita-senologica-NapoliLa visita senologica viene effettuata da un medico specialista, per riconoscere i differenti tipi di patologie del seno ed i sintomi a cui prestare maggiore attenzione.

Insieme al Dott. Paolo Marra, senologo specialista in chirurgia oncologica, cerchiamo di dare risposte semplici e chiare ai quesiti più comuni inerenti la visita senologica.

Quando fare una visita senologica?

Si consiglia di fare la prima visita a partire dai 25 anni.

La cadenza dei controlli non ha una tempistica precisa: di solito è consigliata dal senologo in base ad una serie di fattori, ad esempio in caso di una importante storia familiare di cancro al seno, sarebbe opportuno che essi siano più frequenti.

A Pomigliano D’Arco è possibile prenotare una visita senologica con Dott. Marra al Centro Morra 

Prenota la tua visita senologica con ecografia mammaria al numero 08119254750

Il Dott. Marra, grazie alla sua capacità ad effettuare la tecnica ultrasonografica, in aggiunta all’esame clinico, effettuerà sempre l’ecografia mammaria.
In questo modo la paziente otterrà un livello superiore di esame clinico-diagnostico, il tutto in un unico momento, in quanto l’ecografia mammaria è effettuata direttamente dallo specialista senologo, che con il suo bagaglio culturale è in grado di offrire e garantire alla paziente quel gradino in più di tranquillità o di precisione diagnostica (cosa non sempre possibile per il radiologo o per il medico internista).

Cosa aspettarsi durante la visita senologica?

La prima fase della visita è composta dall’anamnesi: il medico vi sottoporrà ad una serie di domande conoscitive che riguardano la vostra storia medica, mestruale e riproduttiva.

Esempi di domande:

  • a che età il primo ciclo, se è regolare, se è doloroso.
  • se siete in età riproduttiva, vi potrà chiedere se avete figli, e se la gravidanza è stata regolare o se avete allattato.

Dopo la fase delle domande, avviene l’esame approfondito del seno per rilevare eventuali cambiamenti di forma o dimensione e alterazioni cutanee, come fossette o arrossamenti.

La visita avviene a seno scoperto sollevando le braccia sopra la testa, o mettendo le mani sui fianchi.

Mentre sarete sdraiate con le braccia sopra la testa, il medico esaminerà il seno, avvalendosi dei polpastrelli delle dita per rilevare noduli, masse dense o altri cambiamenti nel tessuto mammario.

L’esame verrà esteso alle ascelle.

Conoscere i sintomi ed i segni di un cancro al  seno è importante per intervenire nei tempi più immediati e per prevenire il tumore al seno. Praticare l’autopalpazione può essere una buona pratica, per notare eventuali anomalie.

Esiste un campanello di allarme?

È bene ribadire l’importanza di controlli regolari anche in assenza di sintomi. Se avete uno qualsiasi di questi sintomi, dovreste parlarne col vostro medico, in modo che il problema possa essere investigato e trattato.

Di seguito elenchiamo alcuni dei segni clinici di più comune riscontro nella diagnosi dei noduli della mammella.  

Se avete identificato durante l’ autopalpazione uno qualsiasi di questi, confidatelo al vostro medico curante.

Sarà egli stesso ad indirizzarvi in modo corretto per gli approfondimenti diagnostici e terapeutici.

Alcuni di questi segni, infatti, possono essere un campanello di allarme e, nel caso ne riconoscete qualcuno, non esitate a prenotare una visita senologica. 

  • Presenza di un nodulo o di un ispessimento all’interno o in prossimità del seno o della zona ascellare. È importante precisare che i noduli del seno vanno sempre controllati dallo specialista, perchè non tutti i noduli sono cancerosi.
  • Un cambiamento nell’ aspetto e consistenza della pelle o un allargamento dei pori della pelle del seno  (descritta talvolta come “buccia d’arancia”)
  • Un inspiegabile cambiamento nella taglia e nella forma del seno
  • Un inspiegabile rimpicciolimento del seno (specialmente se da un solo lato)
  • Piccoli avvallamenti del seno
  • Un inspiegabile gonfiore del seno o asimmetria notevole.