Cura Vene Varicose – Napoli

Vene varicose cura Napoli

Cosa sono le vene varicose?

Si parla di vene varicose (o varici) quando ci si trova di fronte a vene dilatate e nodose, deformate in modo permanente, in cui il sangue non scorre più regolarmente.

Il più delle volte ad essere colpite sono le gambe e poi i piedi, soprattutto nei vasi superficiali, cioè quelli che scorrono sotto la pelle. Ogni vena potrebbe diventare vena varicosa ma il problema, come detto, si accentua nella parte più bassa del corpo proprio perché la posizione eretta o il camminare aumentano la pressione in questa zona. Questo è un problema molto diffuso che colpisce 1 persona su 3 nei Paesi occidentali e si manifesta principalmente nelle donne.

Quando è bene consultare uno specialista?

Per molte persone, vene varicose e varici sono semplicemente una preoccupazione estetica, ma ci sono casi dove invece possono causare dolore e disagio e in non rari casi potrebbero essere causa di problemi più gravi. Le vene varicose possono anche segnalare un rischio più elevato di problemi circolatori come le flebiti o la trombosi venosa profonda.

Il trattamento può comportare misure di auto-cura o procedure dal medico che interviene anche chiudendo o rimuovendo le vene.

Al Centro Morra trovi il dottor Antonio Molisso, Responsabile di Angiologia, specialista in Chirurgia Generale e Chirurgia Vascolare, con cui effettuare una visita specialistica. Puoi prenotarla contattando il centro anche telefonando al numero 0818846806

Il test con l’Ecodoppler

eco-color-doppler-tsaLo spccialista effettuerà un test con l’Ecodoppler che rende possibile misurare la velocità del sangue utilizzando gli ultrasuoni e diagnosticare le anomalie della circolazione sanguigna. Questa analisi medica spesso è associata con un’ecografia ultrasonica (EcoColorDoppler) che permette di ottenere un’immagine bi- o tri-dimensionale dei vasi sanguigni (o delle cavità cardiache) presi in esame. Queste due tecniche consentono soprattutto di localizzare le vene varicose e valutarne le condizioni.

Sintomi e segnali di allerta

Prima di arrivare a “vedere” le vene varicose ormai dilatate e che formano cordoni bluastri sotto la pelle diventando nel tempo sempre più prominenti, ci sono segnali di Insufficienza venosa che possono indicarci di richiedere un consulto con un angiologo:

  • gambe pesanti e molto gonfie alla fine della giornata
  • vene dolorose
  • formicolii
  • crampi notturni.

Quali sono le cause delle vene varicose?

Le vene varicose sono la conseguenza di un’insufficienza venosa, cioè di uno scorretto funzionamento della circolazione venosa che si verifica quando le valvole non agiscono più a dovere. Tutto parte da una riduzione del tono delle pareti dei vasi venosi e dal cattivo funzionamento delle valvole che regolano la risalita del sangue. Con queste condizioni il sangue tende a ristagnare e ciò provoca l’anormale dilatazione delle vene stesse. Le vene varicose si sviluppano lentamente, formando cordoni bluastri che diventano sempre più evidenti sotto pelle e sempre più prominenti al passar del tempo, se non si mette in atto una cura. Le terapie rendono possibile non solo eliminarle, ma anche evitare alcune complicazioni come la flebite e le ulcere.

La cura delle Vene Varicose

La cura consiste nel. compensare l’insufficienza venosa o nel rimuovere le vene coinvolte sfruttando vari modi: le calze a compressione, la scleroterapia, lo”stripping” (asportazione delle vene), e la laserterapia.

  1. Le calze contenitive sono calze elastiche progettate per migliorare la circolazione venosa: esse applicano una pressione che diminuisce progressivamente dal piede verso la coscia. Ne esistono diversi tipi, adeguati alla gravità dell’insufficienza venosa.
  2. La Scleroterapia consiste nell’iniettare un agente che fa atrofizzare dall’interno le vene varicose in modo da farle scomparire.
  3. Lo “Stripping” è l’estrazione chirurgica delle vene varicose superficiali, di solito la grande vena safena. Dopo la rimozione di una vena superficiale, la circolazione si sposta naturalmente verso altre vene più profonde.
  4. L’ablazione laser è utile per i vasi sanguigni più piccoli. Il più grande svantaggio della laserterapia è che le persone devono indossare calze a compressione per una settimana. Le persone possono anche avere lividi o decolorazione della pelle. Raramente, si può formare un’ulcera.

La prevenzione delle Vene Varicose

Numerosi fattori favoriscono l’indebolimento della parete delle vene e la loro dilatazione:

  • la predisposizione familiare
  • le fluttuazioni ormonali nelle donne
  • l’uso di contraccettivi orali
  • la gravidanza
  • il peso eccessivo
  • lo stile di vita sedentario
  • lo stare in piedi troppo a lungo
  • il calore
  • l’invecchiamento.

Mentre l’ereditarietà, l’età e il sesso sono fattori che non possono essere cambiati, alcune misure possono aiutarvi a prevenire la comparsa o il peggioramento delle vene varicose.
Trattamenti vene varicose napoli

MANTENERE UN PESO IDEALE

Un peso eccessivo rende più difficoltoso il refluire del sangue al cuore. Considerate quindi anche di diminuire e controllare il peso con l’aiuto di nutrizionisti o, meglio, di adottare protocolli per l’ottimizzazione del peso e dello stile di vita… come il nostro OK Peso.

FARE MOVIMENTO

Intraprendere esercizi fisici come camminare, nuotare o andare in bicicletta favorisce la circolazione sanguigna. Allo stesso modo, stare in piedi o seduti troppo a lungo contribuisce al ristagno del sangue. Piccoli accorgimenti possono comunque non aggravare le condizioni di circolazione del sangue come ad esempio, nel dover rimanere seduti, il non accavallare le gambe.

NON INDOSSARE ABITI E INDUMENTI TROPPO STRETTI

Pantaloni, calzini, calze e scarpe troppo stretti possono agire come un laccio emostatico e impedire la normale circolazione venosa.

INDOSSARE CALZE CONTENITIVE DI GIORNO

Indossare regolarmente le calze contenitive permette di evitare che si formino nuove vene varicose e di contenere l’aggravamento di varici già formate. L’ideale sarebbe mettersi le calze la mattina prima di alzarsi

TENERE LE GAMBE SOLLEVATE DI NOTTE

Dormite con cuscini sotto le gambe o con il piede del letto è sollevato: in questo modo il reflusso del sangue verso il cuore è facilitato.

EVITARE DI ESPORRE LE GAMBE AL CALORE

Docce o bagni molto caldi, saune e bagni di sole favoriscono la dilatazione delle vene.