Dieta Scarsdale a Napoli (sconsigliata) – Centro Morra

Dieta Scarsdale - Napoli

Che cos’è la dieta Scarsdale?

L’autore di questa dieta, Herman Turnover, prevede un menu fisso da seguire per mantenere le seguenti proporzioni tra i nutrienti, che rappresenta il principio della dieta, ovvero:

  • proteine per il 43%
  • grassi per il 22,5%
  • carboidrati per il 34,5%.

La dieta scarsdale è una dieta lampo da seguire per 14 giorni per poi passare ad una dieta di mantenimento.

Il menu non indica le quantità dei cibi che possono essere consumati a piacere. Tuttavia occorre seguire la regola fondamentale che bisogna smettere di mangiare appena ci si sente sazi. Le proteine provengono da carni e formaggi decisamente magri e sono vietati tutti i condimenti che contengono grassi, come olio, burro e margarina.

Il regime alimentare

Nel libro intitolato “The Complete Scarsdale Medical Diet” si trovano menù personalizzati e strategie per pianificare al meglio la propria dieta che comunque si basa su 2 programmi alimentari da seguire per 14 giorni.

 1° Fase

La prima fase è caratterizzata da una forte riduzione di carboidrati e zuccheri a favore delle proteine.

 2° Fase

La seconda fase prevede un graduale reinserimento dei carboidrati e dei grassi.

Seguendo questa dieta l’autore sostiene che si può dimagrire anche di 450g al giorno al giorno.

 Indicazioni per il menù della dieta Scansdale

  • La giornata inizia con una colazione a base di caffè o tè e agrumi.
  • Pranzo e cena devono invece essere ricchi di alimenti proteici, poveri di carboidrati e privi di condimenti.
  • Tra un pasto e l’altro la dieta Scarsdale bandisce alcolici e spuntini, incentivando l’utilizzo di preparazioni erboristiche in grado di tenere sotto controllo lo stimolo della fame.

Perche i nutrizionisti sconsigliano la dieta Scarsdale

Come tutte le diete chetogeniche o basate sul parziale digiuno, anche la Scarsdale promuove una rapida perdita di peso.

Se dovesse esserci calo ponderale sarebbe tuttavia legato principalmente all’impoverimento delle riserve glucidiche, alla riduzione delle masse muscolari e alla conseguente disidratazione dell’organismo.peso ideale scegli la dieta giusta per te

Non appena si sospende la dieta il rischio di riguadagnare in fretta i kg persi è dunque alto.

Il regime dietetico scarsdale prevede programmi da 800-1000 calorie al giorno e sono poche!

Per un tale regime dietetico occorre la prescrizione e supervisione di un professionista in materia (nutrizionista o dietologo).

Le persone anziane e le persone che versano in condizioni cliniche precarie, non dovrebbero nemmeno prendere in considerazione questo particolare regime alimentare.

Gli sportivi e coloro che per lavoro deve necessariamente tenersi in movimento tutto il giorno non possono e non dovrebbero assumere autonomamente una quantità così bassa di calorie!

Nutrizionista gravidanza Napoli - dott.ssa Sarah Petrelli

La Dott.ssa Sarah Petrelli,
Nutrizionista presso il Centro
Morra di Pomigliano (Napoli).
Prenota la tua visita
allo 08119254750.

Per concludere

La dieta Scardale può essere considerata una variante scientifica della dieta fai da te adottata da chi elimina i farinacei (pane, pasta, dolci) dalla propria alimentazione, allo scopo di dimagrire. La dieta Scarsdale è quindi molto simile a tutte le altre diete low carb.

Un altro punto a sfavore di questa ‘dieta’ è che non è educativa: dopo un iniziale dimagrimento il soggetto non avrà imparato nulla, visto che non ha dovuto nemmeno pesare i cibi, e quindi si ritroverà al punto di partenza e con estrema facilità tornerà ad ingrassare.