Proctologo Napoli | Dott. Francesco Collarino | Centro Morra

proctologo napoli

Il proctologo è lo specialistica che si occupa dello studio delle malattie a carico del colon-retto e dell’ ano, svolgendo accurate valutazioni specialistiche necessarie  per individuare e mettere in pratica il percorso terapeutico più utili per la guarigione del paziente.

Visita reumatologica Napoli | Dott. Domenico Capocotta | Centro Morra

Prenota la tua visita proctologica con il Dott. Francesco Collarino al numero verde 800.00.20.80

 

 


La visita proctologica

La visita proctologica inizia con la raccolta dell’anamnesi. Attraverso un colloquio, il paziente illustrerà i sintomi accusati, quando sono comparsi e con che frequenza si presentano, in modo da capire i motivi per i quali quest’ultimo si è rivolto al proctologo.

proctologo napoli - sims

 

Successivamente si passerà all’esplorazione rettale, cioè all’ ispezione diretta della parte interna ed esterna dell’ano.

Quindi verrà chiesto al paziente di sdraiarsi sul fianco sinistro, nella cosiddetta posizione di Sims, piegando le gambe sull’addome e portando i glutei sul bordo del lettino.

 

 

 

L’esplorazione può essere effettuata:

  • in maniera diretta, con l’utilizzo da parte dello specialista di un guanto lubrificato, per poter analizzare l’orifizio anale e verificare la capacità di contrazione e rilassamento dei muscoli sfinteri;
  • tramite il ricorso a strumentazione endoscopica, ovvero tramite anoscopia o rettoscopia.

 

Quando è necessaria una visita proctologica?

E’ opportuno rivolgersi al proctologo:

  • se si hanno dolori anali prolungati e persistenti;
  • se c’è presenza di sangue nelle feci;
  • se si hanno mal di pancia continui o difficolta ad andare al bagno;
  • per il trattamento di emorridi;
  • in caso di sintomi quali crampi addominali, dolori addominale, nausea, costipazione e diarrea;

 

Come prepararsi alla visita proctologica e quanto dura?

L’esame proctologico prevede che il canale anorettale debba essere il più pulito possibile, per consentirne l’esplorazione.

Per questo, al paziente può essere chiesto di sottoporsi ad un clistere il giorno prima dell’esame e circa 2 ore prima della visita, al fine di rimuove i residui di feci dal canale anorettale e consentire di visionarlo correttamente.

Inoltre, è necessario che il paziente, in sede di prima visita, porti con se tutta la documentazione in possesso, incluse indagini precedenti ed esami del sangue recenti.

La visita dura dai 30 ai 45 minuti, a seconda dei casi.

 

Quali patologie tratta il proctologo?

Le patologie trattate dal proctologo, sono numerose. Le più comuni sono:

  • emorroidi: sono delle vene posizionate nel retto, che si ingrandiscono, si infiammano e provocano quindi dolori anche di forte intensità,  associati spesso a perdita di sangue e prurito.
  • morbo di Crohn: è una malattia infiammatoria cronica che può colpire, qualsiasi sezione dell’apparato digerente, dalla bocca all’ano. Segnali di allarme posso essere  dolori addominali, diarrea, vomito e perdita di peso.
  • sindrome del colon irritabile, più comunemente colite, è caratterizzata da crampi, dolore addominale, nausea, costipazione e diarrea.
  • diverticolosi e diverticolite: la prima è la semplice presenza di diverticoli nel colon, non associata ad infiammazione né ad altri sintomi. Quando invece, i diverticoli si infiammano e si manifestano sintomi più o meno dolorosi, si parla di diverticolite.

Ci sono poi ragadi e fistole anali, stipsi, polipi intestinali e prolasso rettale.

PROCTOLOGO-COLLARINO

 

 

Come raggiungerci?

A pochi passi dalla struttura (4 minuti a piedi), di fronte alla Caffetteria  Leopardi,  c’è un grande parcheggio pubblico ed ombreggiato.