Visita ortopedica pediatrica Napoli | Dott. Guglielmo Di Mattia | Centro Morra

Visita ortopedica pediatrica Napoli | Dott. Guglielmo Di Mattia | Centro Morra

Il bambino, da un punto di vista ortopedico, è un paziente complesso perché è un soggetto in continua crescita per cui vi è la necessità di riconoscere il prima possibile le patologie a carattere evolutivo in cui ritardi diagnostici possono compromettere i risultati e implicare trattamenti più impegnativi e complessi.

Allo stesso tempo, condizioni che nell’adulto possono risultare patologiche, nel bambino rappresentano tappe fisiologiche del processo di crescita.

Proprio per questo motivo, la visita ortopedica pediatrica è un controllo che viene effettuato già subito dopo la nascita e che può essere ripetuto durante l’infanzia: si tratta di un consulto grazie al quale il medico specialista è in grado di escludere, prevenire, diagnosticare o monitorare patologie a carico dell’apparato locomotore (ossa, articolazioni e muscoli).

Visita reumatologica Napoli | Dott. Domenico Capocotta | Centro Morra

Prenota la tua visita ortopedica pediatrica con il Dott. Guglielmo Di Mattia al numero verde 800.00.20.80

 

QUANDO SOTTOPORRE UN BAMBINO AD UNA VISITA ORTOPEDICA?

Una prima visita ortopedica avviene nella fase immediatamente post-natale da parte del neonatologo o del pediatra che, nel caso di presenza di deformità complesse degli arti inferiori e superiori (ad esempio problemi di deformità rotazionali e mancata formazione congenita di segmenti muscolo-scheletrici), valuta se indirizzare il nascituro ad una valutazione ortopedica.

 

La visita ortopedica pediatrica è utile anche per individuare problemi ortopedici collegati a sindromi generiche, patologie a carico dei piedi (come piede piatto, cavo o torto), oppure malformazioni congenite delle grandi articolazioni (quali l’anca e il ginocchio).

In questa fase, lo specialista deve tener conto sia dell’anamnesi familiare (la presenza o meno di patologie ortopediche nei genitori) che dell’anamnesi patologica prossima (il tipo di gravidanza, la modalità del parto).

In generale dopo l’inizio della deambulazione del bambino, sarebbe opportuno effettuare una nuova valutazione ortopedica.

Un ulteriore controllo va fatto nella pre-adolescenza quando è importante controllare la conformazione della colonna vertebrale nella fase di maggior crescita.

GLI ASPETTI DI CUI TENER CONTO NELLA PRIMA INFANZIA…

Durante i primi anni di vita di un bambino bisogna valutare con attenzione:

  • Le eventuali deformità del piede. La presenza del “piede piatto” non assume una connotazione patologica prima dei 4-5 anni, risultando fino a questa età, una condizione che fa parte dello sviluppo fisiologico del piede di un bambino. D’altronde un’alterazione dell’asse calcaneare, associata o meno ad un piattismo plantigrado dopo quest’età, risulta meritevole di una valutazione specialistica, con conseguenti indicazioni e follow up. In tal caso gli interventi terapeutici suggeriti dall’ortopedico vanno dall’esecuzione di esercizi chinesiterapici all’utilizzo di plantari. È bene precisare che il plantare non ha alcun obbiettivo “correttivo” di quella che è una vera e propria deformità che può essere risolta in maniera definitiva solo con un intervento chirurgico;
  • L’allineamento degli arti inferiori e superiori. Il “ginocchio varo” (le cosiddette “ginocchia a parentesi”) ed il “ginocchio valgo” (le cosiddette “ginocchia ad X”) rappresentano altre condizioni da considerare fisiologiche entro certi limiti e fino ad una certa età. Quando queste condizioni assumono connotati patologici, necessitano di approcci multidisciplinari o, a volte, di trattamenti chirurgici. In questa fase di vita si possono evidenziare atteggiamenti di deambulazione sulle punte (toe walking), deambulazione a piedi intraruotati o extraruotati, che anche in questo caso, possono essere fisiologici o no;
  • La corretta conformazione della colonna vertebrale.

…E NELL’ETA’ PREPUBERALE

In età pre-puberale l’ortopedico pediatrico dedica particolare attenzione alla colonna vertebrale.          Le patologie riscontrate più frequentemente sono:

  • La scoliosi, più frequente nelle femminucce.  Si tratta di una deviazione laterale del rachide che può determinare la comparsa di un gibbo (quella che volgarmente viene definita “gobbetta”), e/o asimmetrie a più livelli;
  • Il dorso curvo giovanile, più frequente nei maschietti. Si manifesta con un atteggiamento a spalle curve e addome prominente. Il problema delle “spalle curve” è un atteggiamento abbastanza tipico dell’”adolescente moderno”, favorito anche da uno stile di vita sedentario.

Spesso in questa fase si può parlare ancora di atteggiamenti che, come tali, sono ancora sensibili a correzioni. In questi casi, la visita ortopedica pediatrica risulta fondamentale per una diagnosi precoce, da cui derivano trattamenti correttivi che possono evitare terapie impegnative e provanti anche da un punto di vista psicologico per il giovane paziente (ricorso a corsetti ortopedici o trattamenti chirurgici).

COME SI SVOLGE LA VISITA ORTOPEDICA PEDIATRICA CON IL DOTT. DI MATTIA?

Durante la visita ortopedica pediatrica in primis viene effettuata l’anamnesi familiare. Nel caso di consulti neonatali invece, si acquisiscono dati riguardanti la gravidanza, il parto e i primi momenti della nascita.

Successivamente l’ortopedico effettua un esame obiettivo ed alla fine, se necessario, richiede approfondimenti diagnostici e rilascia una relazione del controllo effettuato.

È PREVISTA QUALCHE PREPARAZIONE PER LA VISITA ORTOPEDICA PEDIATRICA?

La visita ortopedica pediatrica non necessita di nessuna preparazione specifica: è bene però che vengano consegnati al medico i referti di eventuali esami eseguiti in precedenza.

QUANTO DURA LA VISITA ORTOPEDICA PEDIATRICA CON IL DOTT. DI MATTIA?

La visita ortopedica pediatrica con il Dott. Di Mattia dura circa 30 minuti.

QUANTO COSTA LA VISITA ORTOPEDICA CON IL DOTT. DI MATTIA?

Il costo della visita ortopedica pediatrica con il Dott. Di Mattia costa 80 euro.

Come raggiungerci?

A pochi passi dalla struttura (4 minuti a piedi : Google Maps), di fronte alla Caffetteria  Leopardi,  c’è un grande parcheggio pubblico ed ombreggiato.