Obesità e diabete cure Napoli – Centro Morra

Cura obesità e diabete, presso Centro Morra - Napoli

In tutto il mondo obesità e diabete di tipo 2 sono in aumento e rientrano a pieno titolo tra le malattie cronico-degenerative che maggiormente influenzano la salute dei cittadini.

Tra i soggetti obesi, oltre il 20% è affetto da diabete di tipo 2, e sono percentualmente pochi i soggetti affetti da diabete di tipo 2 non obesi.

Le persone obese hanno maggiore propensione, circa 2-3 volte rispetto ai magri, al carcinoma dell’esofago, della mammella e del colon.

 

endocrinologia-napoli

La Dott.ssa Renata Auriemma, Diabetologa ed Endocrinologa del Centro Morra di Pomigliano d’Arco (Napoli) è specialista in cure per il diabete e per l’obesità.

La Dott.ssa Auriemma ha ideato, insieme ad altri specialisti, un programma multidisciplinare chiamato OK Peso Plus.

Chiama al numero 081-19254750 per saperne di più.

Le persone obese in Italia sono 6 milioni

Secondo i dati Istat, in Italia vi sono sei milioni di persone obese e dei quasi quattro milioni di soggetti con diabete circa 2 sono obesi.

Secondo l’Associazione medici diabetologi, il 41,5% delle persone con diabete di tipo 2 è anche obesa (Bmi superiore a 30) e il 14% lo è in forma grave (Bmi oltre 35).

Per definire clinicamente questa situazione oggi l’Oms parla di “diabesi”.

Nasce così secondo gli esperti dell’Organizzazione Mondiale della Sanità una nuova malattia del secolo: la diabesità”, ovvero la malattia di pazienti obesi e con diabete.

In Italia sono almeno 3 milioni le persone che hanno problemi di diabete e circa 1 milione che non sanno di essere malati.

Il tema di prevenzione, diagnosi e terapia di obesità e diabete è un tema molto attuale, affrontato in più occasioni dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.

La connessione tra obesità e insorgenza del diabete

In una persona in sovrappeso, e con una alta percentuale di massa grassa, è maggiormente favorito lo squilibrio metabolico.

La connessione tra obesità e diabete sembra essere legata alla cosiddetta morte delle cellule del grasso (adipociti).

Gli adipociti viscerali sono più fragili e quindi più propensi alla morte di quelli del tessuto sottocutaneo, offrendo così una spiegazione al fatto che l’accumulo di grasso viscerale è più pericoloso per le conseguenze metaboliche di quello sottocutaneo.

Conseguenze del diabete nel paziente obeso

Il diabete di tipo 2 incide molto sulla salute e sulla qualità della vita di una persona.

Comporta una serie di complicazioni per:

  • occhi
  • reni
  • cuore
  • arti inferiori

Tali problematiche possono portare a situazioni gravi e invalidanti.

Le cure dell’obesità associate al diabete

La collaborazione di diversi specialisti è necessaria per trovare linee comuni sul trattamento della diabesità. Un approccio multidisciplinare è opportuno per curare l’obesità.

Endocrinologi, diabetologi, nutrizionisti e chirurghi sono le figure professionali coinvolte nella cura del diabete e dell’obesità.

Trattamenti Chirurgici

Si tratta di interventi che puntano a restringere la capacità di contenimento dello stomaco oltre a ridurre l’assorbimento intestinale dei nutrienti. Avviene in pratica un cambiamento nella struttura anatomica dell’apparato gastro-enterico, al fine di ridurre significativamente il peso.

Alcuni tipo di interventi:

  • bendaggio gastrico regolabile
  • gastroplastica verticale
  • bypass gastrico
  • diversione bilio-pancreatica e bilio-intestinale

La terapia chirurgica non è proponibile a tutti i candidati e manca comunque ancora una scelta terapeutica profondamente condivisa da tutte le diverse specialità. E’ necessario sempre valutare caso per caso se e come intervenire chirurgicamente.

Trattamento medico convenzionale

Dieta, esercizio fisico, farmaci ipoglicemizzanti orali e/o insulina.

Una corretta alimentazione, pianificata grazie all’aiuto di figure professionali esperte nel settore e uno stile di vita che sceglie lo sport e fa dell’attività fisica un’abitudine, sono certamente scelte di vita giuste per prevenire malattie come queste.