Elettrocardiogramma (E.C.G.) Napoli – Centro Morra

L’Elettrocardiogramma consiste nella riproduzione grafica dell’attività elettrica del cuore registrata sulla superficie del corpo. Questo esame è utile per diagnosticare alcune malattie cardiache acute, come l’infarto miocardico e la fibrillazione ventricolare e quindi per intervenire sia per salvare la vita, che nel seguirne l’evoluzione.

Elettrocardiogramma Napoli - diagnosticare malattie cardiache

Elettrocardiogramma (ECG)

L’ECG è un apparecchio utilizzato per registrare su carta quadrettata l’attività elettrica del cuore. Il tracciato è disegnato dal computer grazie alle informazioni fornite dagli elettrodi.

Il Dott.Pasquale Morra, responsabile di cardiologia del Centro Morra di Pomigliano (Napoli) afferma che si può ricorrere all’ECG per:

  • valutare il battito cardiaco;
  • diagnosticare uno scarso afflusso di sangue al cuore (ischemia);
  • diagnosticare un attacco cardiaco;
  • diagnosticare anormalità del cuore, ad esempio ingrandimento delle cavità cardiache e una conduzione elettrica anormale.

Come prepararsi

  • Evitare creme per il corpo oleose e lozioni il giorno dell’esame: interferiscono nel contatto pelle-elettrodo.
  • Indossare calze corte, poiché gli elettrodi devono essere posizionati a diretto contatto con le gambe.
  • Indossare una camicia che può essere tolta con facilità così da posizionare i piombini sul petto.

Cosa aspettarsi

  • Durante un ECG a riposo, un tecnico attaccherà 10 elettrodi con cuscinetti adesivi alla pelle del petto, delle braccia e delle gambe. Si consiglia agli uomini di radere il petto al fine di consentire un migliore attaccamento. Al paziente verrà chiesto di stendersi in maniera supina mentre il computer crea il disegno, su carta quadrettata, degli impulsi elettrici che viaggiano attraverso il cuore.
  • Ci vogliono circa 10 minuti per attaccare gli elettrodi e completare l’esame, ma la registrazione dei dati richiede solo pochi secondi.
  • Il tracciato sarà conservato in archivio per confronti con futuri ECG.

Risultati

Il dottore valuterà la regolarità del battito cardiaco, che dovrebbe essere compreso tra le 50 e le 100 pulsazioni a minuto. Un eventuale battito cardiaco più lento, più veloce o irregolare può fornire indizi sulla salute del cuore, inclusi:

  • Battito cardiaco. Di solito, il battito cardiaco può essere normalmente misurato controllando il polso. Ma in caso di irregolarità questo potrebbe risultare difficile. In questo caso l’ECG potrebbe essere utile
  • Ritmo cardiaco. L’ECG può aiutare il dottore ad individuare un battito cardiaco insolitamente veloce (Tachicardia), insolitamente lento (Bradicardia) o altre irregolarità ritmiche (Aritmie). Queste condizioni possono verificarsi quando qualsiasi parte del sistema elettrico del cuore funziona male. In altri casi, farmaci, come i beta-bloccanti, medicinali psicotropi o anfetamine, possono innescare aritmie.
  • Attacco cardiaco. L’ECG può spesso mostrare segni di un precedente attacco cardiaco o di uno in corso. Il grafico dell’ECG potrebbe mettere in evidenza quale parte del cuore è stata danneggiata così come l’entità del danno.
  • Apporto insufficiente di sangue ed ossigeno al cuore. L’ECG effettuato mentre si avvertono i sintomi può aiutare il dottore ad identificare se il dolore al petto è causato da un ridotto flusso sanguigno al muscolo cardiaco.
  • Anormalità strutturali. L’ECG può fornire indizi riguardo l’ingrandimento delle camere o delle pareti del cuore, difetti o altri problemi cardiaci.

Nel caso di irregolarità del battito cardiaco, il dottore potrebbe richiedere ulteriori esami per verificare la necessità di un trattamento.

Il Dott. Morra del Centro Morra di Napoli, consiglia di effettuare un elettrocardiogramma almeno una volta all’anno per prevenzione.

Lista di attesa prevista e tempi medi effettivi per le prestazioni erogate: 24/48 ore.

Rif. comma 6 art. 41 del Dl .gs n° 33/2017